GetSocial

Berlino: Storia, storia e ancora storia…il novecento che rivive

Berlino è la meta che fa per voi se siete dei veri appassionati di storia o se semplicemente siete incuriositi dai racconti sulla storia del Novecento: il famoso muro di Berlino, le costruzioni sorte per mascherare le tragedie del passato e le piazze e i monumenti ricchi di storia vi racconteranno come nessun libro può fare le vicende del popolo tedesco dei difficili anni della seconda guerra mondiale e di tutto il Novecento.

Il primo monumento che dovete immediatamente vedere è la Porta di Brandeburgo: imponente, fiera e solida come solo i veri guerrieri sanno essere, la Porta è il simbolo della città. Nel passato proprio ai suoi piedi si tenevano le più grandi manifestazioni pubbliche tenute da Hitler, in seguito dopo la costruzione del Muro che divideva la città in est e ovest, la Porta si ritrovò ad essere metaforicamente il punto di confine tra la libertà e la dittatura.
Come già vi sarà risultato chiaro da queste prime righe la storia di Berlino, sia attuale che passata, è tutto un alternarsi tra Est e Ovest, libertà e costrizione, e così come la Porta di Brandeburgo anche il centro cittadino risente di questa suddivisione. Il Mitte di Berlino ha, infatti, potuto riconquistare le sue caratteristiche di centro solo dopo che il Muro è stato abbattuto. Oggi il Mitte è un luogo dove si respira un’aria decisamente frizzante e di vitalità: locali, alberghi alla moda e negozi ricercati rendono questa zona il vero e proprio centro della vita dei cittadini.

Stessa sorte è toccata purtroppo anche alla Potsdamer Platz: un tempo simbolo della vita frenetica della città e sede di serate modaiole e in un certo senso un po’ irriverenti, dopo la costruzione del Muro si è trasformata in un luogo desolato della Berlino Ovest: l’abbandono più totale rese queste zona totalmente disabitata. Oggi chiaramente non è più così, la caduta del Muro ha fatto sì che quest’area fosse completamente ricostruita e oggi è uno dei centri più animati della città.

Se volete provare a vivere sulla vostra pelle almeno per un attimo cosa può essere significato per i berlinesi dover “faticare” per passare dalla parte Ovest a quella Est della città, allora il consiglio è quello di recarvi in Friedrichstrsse: un tempo una delle strade più lunghe della città, rappresentava anche il limite più estremo tra l’una e l’altra parte. Se prestate attenzione al Checkpoint Charlie cercate di ricordare e pensare come dovevano sentirsi i berlinesi che dovevano fare file interminabile per attraversare il confine tra le due parti. Se ci si reca in questo luogo con questo pensiero non si può non emozionarsi e lasciarsi trascinare dai ricordi.

Attenzione però: Berlino non è solo tristezza, storia e ricordi, ma anche svago e mondo sulle acque. Non potete andare a Berlino e non fare un bel giro in battello: l’aria rilassata e spensierata che si respira facendo questa esperienza sarà per voi davvero unica.
Se dopo tutto questo ricordare e camminare vi è venuta fame, allora sappiate che la cucina tedesca è ricca, sostanziosa e di certo vi sazierà. Wurstel, crauti e birra sono gli ingredienti tipici della loro cucina, ma non c’è solo questo: carne e insaccati sono infatti gli elementi predominanti dei pasti dei tedeschi.
Insomma, Berlino è una città tanto ricca di storia da essere una calamita per tutti coloro che si sentono affascinati dal passato.

Foto: lilano

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*