GetSocial

Amsterdam: Imperativo divertirsi

Amsterdam, la “Venezia del Nord”, è una città che si potrebbe tranquillamente definire “galleggiante”: l’elemento fondamentale e indiscusso protagonista della scena è, infatti, l’acqua. Canali, case galleggianti, giochi di luce creati dal riverbero del sole sull’acqua conferiscono alla città quel qualcosa in più che la rende tanto affascinante quanto unica. Amsterdam è da sempre destinazione di vacanza molto ambita dai più giovani: discoteche, pub e divertimento sono infatti la caratteristica principale di questa metropoli. Le notti brave e il divertimento fino al mattino sono un must per chi visita la città: è impossibile recarsi ad Amsterdam e dire che non c’è divertimento. Se siete a caccia di serate all’insegna dello svago e del divertimento più assoluto e più sfrenato allora il consiglio è quello di recarvi nel quartiere Leidseplein e in quello a Luci Rosse. Qui vi troverete coinvolti in balli fino al mattino e nella trasgressione più completa.

Il quartiere a Luci Rosse è l’esempio più concreto del clima di tolleranze e ribellione che si respira in città e che ha reso Amsterdam la meta prediletta dai giovani. Se anche siete assolutamente moralisti quando vi recate ad Amsterdam non potete non visitare questo quartiere che prende il suo nome dalle luci di colore rosso che illuminano le vetrine che espongono le prostitute. Questo genere di mercificazione della donna è per noi qualcosa di assolutamente impensabile, ma Amsterdam è la città che per prima ha sdoganato quella che si può definire “industria del sesso” e ha fatto sì che la prostituzione divenisse un lavoro regolare a tutti gli effetti.

Sì, Amsterdam è sicuramente la capitale europea del divertimento, ma non è solo quello: arte, monumenti e piazze artisticamente perfette sono l’altra faccia della città.
Piazza Dam, ad esempio, è la piazza principale nonché il fulcro della vita diurna. L’elemento che in questa piazza colpirà di più il turista, soprattutto quello italiano, sarà l’enorme quantità di piccioni: elemento che accompagnato ai ciotoli che pavimentano l’intera superficie della piazza ricorderanno in maniera evidente Venezia.

Un palazzo fondamentale che affaccia direttamente sulla piazza è il Palazzo Reale che, grazie alle decorazioni assolutamente perfette e raffinate presenti sulla facciata, è l’esempio più eclatante della ricchezza di cui in passato ha goduto la città.
Se poi tra i vostri artisti preferiti vi è Van Gogh allora il consiglio è quello di non mancare per niente al mondo la visita del Museo a lui dedicato. Nel Museo, aperto dal 1973, il turista potrà godere di una tale quantità di opere dell’artista che ne rimarrà assolutamente estasiato e sarà rapito dalla genialità, forse anche un po’ folle, di Van Gogh.
Se poi i racconti di Anne Frank vi hanno sempre interessato e commosso ad Amsterdam avrete la fortuna di poter visitare la casa nella quale negli anni tra 1942 e il 1944 ha vissuto. Dal 1960 la casa è diventata un museo ed è oggi una meta molto importante per poter dire di aver visitato la città.

Per poter però affermare di aver davvero visto tutto quello che si poteva vedere è d’obbligo fare un giro in battello: qui vi troverete immersi in una sorta di mondo altro nel quale l’elemento dell’acqua e la vita ad essa collegata la fanno assolutamente da padroni!
Se poi volete comprare un piccolo souvenir Amsterdam non vi deluderà, potrete trovare ricordi di tutti i tipi, dalle porcellane ai formaggi e dalle stoffe alle spezie.
Se poi vi è venuta fame sappiate che la cucina olandese risente dell’influenze del suo passato coloniale. Carne e pesce, patate e verdure, birra e acquavite di ginepro sono gli ingredienti base della loro cucina.
Insomma, senza ombra di dubbio Amsterdam è la città del divertimento e della trasgressione, ma il tutto inserito in un quadro artisticamente perfetto e molto ricercato.

Foto: Funstuffcafe, Andreapollastri, Florencebike

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*