GetSocial

Che cosa mi piacerebbe vedere a giugno: Marsiglia

Marsiglia

Marsiglia

A Marsiglia convivono tradizioni e razze diverse tra loro: persone provenienti da tutto il mondo, di diversa etnia, religione e tradizioni hanno fatto sì che questa città si conquistasse la fama di essere cosmopolita. Luci, colori, odori appartenenti a culture differenti le conferiscono  quel tocco in più, quella magia unica che deriva dalla possibilità di muoversi all’interno della stessa città ma di poter visitare quartieri tanto diversi tra loro da pensare di visitare tante piccole città differenti all’interno di una più grande. Il turista meno esperto potrebbe sentirsi intimorito da una città così variegata, diversa in ogni sua cellula più profonda, e tanto vasta. In realtà però Marsiglia è una città che va scoperta poco a poco e proprio le tradizioni multietniche che la compongono la rendono tanto speciale quanto affascinante. La prima cosa che colpisce sono i porti: essi sono il primo luogo da visitare, tradizioni e novità, culture, lavori vecchi e nuovi e il tradizionale mercato del pesce sono assolutamente da vedere. Marsiglia è una città di mare che in quanto tale ha basato molta della sua ricchezza e delle sue particolarità proprio sull’elemento marino: il Port Vieux è il luogo ideale da cui iniziare il tour turistico.

Vieux Port, Marsiglia

Vieux Port, Marsiglia

Il vecchio porto è posizionato tra due forti e ogni mattina è teatro del mercato del pesce: donne che sbraitano e richiamano l’attenzione dei passanti sono un elemento folcloristico. Il porto è anche sede di moltissimi ristoranti dove il turista può deliziare il palato assaggiando la tipica zuppa di pesce marsigliese: la bouillabaisse. Una volta terminata la visita del porto il turista non può perdersi assolutamente la Cattedrale di Notre Dame de la Garde, che è situata in posizione di rilievo rispetto al porto stesso. Raggiunta la vetta il turista resterà ammaliato e rapito dalla bellezza del panorama che si apre all’orizzonte: l’intera città si offre, nel suo sfavillio di luci e colori, all’occhio, rapito, dell’osservatore.

Quello che conquista subito sono le strade della città, esse sembrano essere rimaste quelle di una volta, strette, piccole, difficili da percorrere, ma tanto affascinanti e uniche. Percorrendo queste tipiche stradine si può raggiungere il famoso quartiere Le Panier, oggi meta imperdibile di un viaggio a Marsiglia. Ritornando al Porto Vecchio il turista non può non prendere il traghetto, andare sull’isola di If e visitare la prigione che è stata di ispirazione al famoso film “Il conte di Montecristo”.

Per chi ama l’arte e i musei Marsiglia è la meta ideale, tante le attività culturali in città e molti i musei: il Museo Marittimo, il Museo Storico e il Teatro dell’opera sono solo alcuni dei nomi che si possono fare. Per chi invece ama visitare una città immergendosi completamente nel contesto cittadino e percorrendo ogni strada centimetro per centimetro, i quartieri visitabili sono circa 100, ognuno completamente diverso dall’altro fino a creare un mosaico tanto eterogeneo da far pensare di non trovarsi sempre nella stessa città.

Per chi ama la buona cucina, invece, moltissime sono le prestigiose caffetterie e i ristoranti che si affacciano sul mare: qui si possono assaporare piatti tipici nei quali l’ingrediente principale è per lo più pesce fresco.

Chi invece è amante dello shopping può passeggiare lungo le vie del centro e ammirare sfavillanti vetrine che espongono merce per tutti i gusti.

Marsiglia è dunque una città che può soddisfare anche il visitatore più esigente: mare, cultura, arte, tradizione, shopping, si fondono per creare una città che soddisfa ogni gusto e ogni esigenza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*